GLI ERRORI COMUNI DA EVITARE SU FACEBOOK ADS

Facebook Ads
Inizia a leggere
Facebook Ads

QUALI SONO GLI ERRORI PIÙ COMUNI CHE UN INSERZIONISTA COMMETTE SU FACEBOOK ADS? SCOPRILO IN QUESTO ARTICOLO

Che cos’è Facebook Ads? Dalla nascita di Facebook sono passati ormai diciassette anni. Chi avrebbe mai pensato che questo social Network sarebbe stato così longevo? E chi avrebbe mai immaginato che molte aziende avrebbero usato la piattaforma con lo scopo di fare marketing seriamente? Probabilmente nemmeno Mark Zuckerberg.

Nel corso degli anni sono cambiate parecchie cose e Facebook è diventato molto più di un social grazie al quale ricongiungersi con amici di vecchia data. Diverse aziende, ad oggi, sfruttano Facebook per raggiungere nuovi clienti e consolidare quelli attuali. Così nasce Facebook Ads, un sistema, di Facebook che permette di promuovere la propria azienda o attività grazie a dei posizionamenti specifici, all’interno della piattaforma, ampliando la copertura e le interazioni dei propri contenuti.

Facebook Ads, se utilizzato a regola d’arte, risulta incredibilmente utile per il raggiungimento degli obiettivi. Nel caso in cui la piattaforma possa sembrare complessa nell’utilizzo o avendo poca esperienza con essa, ciò potrebbe portare a commettere degli errori molto gravi.

E tu? Ti sei mai chiesto quali sono gli errori da evitare per riuscire a pubblicare ed essere sempre in linea con le policy di Facebook?

Partiamo dal presupposto che potrebbero esserci migliaia di variabili per cui Facebook o Instagram Ads, in fase di analisi dell’inserzione (step in cui la piattaforma controlla i contenuti prima di sponsorizzarli) possano limitare la copertura della tua sponsorizzata o nei casi più gravi sospendere l’account pubblicitario dell’inserzionista.

Di seguito i punti fondamentali da attenzionare prima di pubblicare un inserzione:

  1. OTTIMIZZA GLI ORARI DI PUBBLICAZIONE DEGLI ANNUNCI

Come è logico che sia, una sponsorizzazione programmata per le 4 del mattino potrebbe, con molte probabilità, essere poco efficace e quindi improbabile per una futura conversione da parte del cliente.

Inizia a programmare le tue inserzioni negli orari più idonei. Rispetto al contenuto che vai a sponsorizzare ed al pubblico che dovrebbe interagire.

Se l’attività in questione ha degli orari specifici di apertura, puoi pensare di pubblicare le sponsorizzate solo in quelle specifiche fasce orarie.

2. PRESENZA DI LANDING PAGE IN TARGET CON LA SPONSORIZZATA

Il tuo annuncio è perfetto: accattivante, convincente e pronto ad essere cliccato. Ma dopo cosa succede? Gli utenti vengono reindirizzati ad una home page generica senza alcun riferimento al prodotto citato nel post.

Inizia ad usare Pagine di Atterraggio mirate, con stilemi grafici che riprendono in toto quelli sponsorizzati nelle piattaforme Social.

3. NON MODIFICARE IL TUO ANNUNCIO NELLE PRIME ORE

In molti, dopo poche ore dal lancio della campagna, iniziano a modificare target, budget, posizionamenti con l’intento di ottimizzarne il rendimento. Le prime ore di pubblicazione di una Sponsorizzata sono fondamentali: si è infatti in uno stato di “apprendimento” della campagna, permettendo a Facebook di capire come e a chi indirizzare la stessa. Modificarne la struttura implica un reset dello stato di apprendimento, ovvero una sola perdita di tempo (e denaro).

Non toccare nulla finché non si conclude la fase di apprendimento.

4. GIOCA BENE LE TUE CARTE

Il retargeting è uno strumento potente capace di far incrementare le conversioni su Facebook e Instagram.

Ma se gli utenti raggiunti fossero già diventati tuoi acquirenti? Escludi dal tuo target coloro che hanno già effettuato l’azione che stai per promuovere; oppure, se il tuo intento è quello di scremare ancora di più un’Audience “dormiente” (ovvero che interagisce meno di quanto stimato) cerca di assottigliare il target solo con gli utenti che hanno dimostrato più interesse nel tempo.


E tu? Eri a conoscenza di questi errori banali ma rimediabili su Facebook Ads?

Per saperne di più contattaci all’email ciao@batindustries.it, fisseremo un meeting per decidere insieme la cosa giusta da fare oppure clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *